Guida all'uso della Lavagna Interattiva Multimediale

di: Redazione - 24/05/2018
Guida all'uso della Lavagna Interattiva Multimediale

La Lim è l'acronimo di Lavagna Interattiva Multimediale. È composta dalla lavagna, appesa e fissata al muro o supportata da un piedistallo, un computer portatile, che serve per la sua gestione e per l’installazione dei software e un proiettore, che proietta sulla lavagna ciò che viene visualizzato sul computer portatile.

Le Lim più diffuse e ricercate hanno una superficie interattiva, che funziona come un touch screen e sulla quale si può scrivere con le mani o con la penna multimediale.

Per un corretto utilizzo della Lim, è possibile iscriversi a un corso Eipass Lim online riconosciuto dal Miur.

La Lim è una periferica di input e output allo stesso tempo: consente di visualizzare i contenuti del computer ma grazie alla tecnologia touch permette di interagire con essi e controllarli.

Come si accende la Lim?

Chiunque sappia usare un computer sa anche usare la Lim, non è necessario essere esperti. Le operazioni per il suo avvio e il suo uso sono davvero semplici, richiedono solo un po’ di abitudine. Per usare la Lim è necessario:

  1. Accendere il pc collegato alla Lim
  2. Collegarlo alla Lim tramite cavo USB in dotazione (alcune Lim possiedono tecnologia Bluetooth)
  3. Accendere la Lim
  4. Accendere il proiettore (alcuni hanno anche il telecomando)
  5. Avviare i programmi con i quali si intende lavorare
  6. Connettere la Lim al Wi-Fi dell’edificio in cui ci si trova se si intende utilizzare internet

Sulla Lim è proiettato il desktop del computer collegato.

La Lim come videoproiettore

Solitamente si usa la Lim come un proiettore, per permettere agli alunni di leggere o copiare testi scritti su programmi di videoscrittura, mostrare immagini da internet e video per arricchire le lezioni di ogni disciplina.
Con il pc collegato è possibile aprire e proiettare sulla Lim documenti creati con i programmi di videoscrittura, calcolo, disegno o presentazioni solitamente utilizzati (ad esempio quelli del Pacchetto Office). Per scrivere con la penna multimediale o usare le dita per selezionare comandi e funzioni, è necessario che i software siano specifici per la Lim e supportino la tecnologia touch. Alcuni di questi software si trovano già sul computer venduto insieme alla Lim, altri si possono acquistare o scaricare da internet.

La videoscrittura con la Lim

Con i software di videoscrittura si possono creare documenti di testo e in essi è possibile inserire immagini, link, video, suoni. Le immagini inserite in un documento di testo creato con un software adatto alla Lim possono essere ingrandite, rimpicciolite, spostate con le mani, esattamente come sugli schermi touch degli smartphone e dei tablet.

Quando si scrive o si disegna, sulla Lim è presente una barra laterale degli strumenti come penna, pennello, matita, evidenziatore, gomma, colori, lente d’ingrandimento.
È certamente molto più interessante una lezione in un’aula in cui è presente la Lim, con la quale è possibile visionare immagini e video. Vogliamo cercare in rete un’informazione che non riusciamo a ricordare? Cercare la cartina di un paese o di un continente? Le possibilità sono infinite e tutte a portata di click.

Videoconferenze

È possibile inoltre collegare una webcam alla Lim per farsi vedere da qualcuno con cui siamo in collegamento su Skype, e/o visualizzare su di essa qualcuno connesso a noi che utilizza a sua volta una webcam: sono in aumento le classi che fanno gemellaggi con altre classi di scuole straniere e condividono esperienze e racconti. Grazie alla Lim si possono incontrare amici di ogni parte del mondo e parlare con loro in videoconferenza.

Interazione e multimedialità

La Lim non è solo un proiettore: sono molte le attività che con essa si possono condurre, oltre alla scrittura di testi da sottoporre ai bambini o la ricerca di immagini. La superficie interattiva e la possibilità di avere un’uscita audio permettono tantissimi usi, molto differenti tra loro. Ecco alcune attività che sfruttano la sua interattività e multimedialità.
• Creare lezioni a casa per poi portarle a scuola: ogni alunno può creare a casa la sua lezione, arricchita da immagini, testi e collegamenti a video. È sufficiente caricarla su una chiavetta usb per proporla ai compagni in classe.

  • Salvare le lezioni per riprenderle in un secondo momento: la campanella è suonata? Nessun problema, il giorno dopo, con un click, la lezione sarà nuovamente a nostra disposizione!
  • Ascoltare canzoni e guardare video musicali su Youtube.

Inoltre, ci sono attività che si possono condurre sulla Lim utilizzando i software dedicati, come per esempio:

  • Disegnare con il dito o con la penna elettronica, scegliendo i colori dalla tavolozza e tracciando linee e tratti sullo schermo, usando i software per lim dedicati al disegno e all’educazione all’immagine.
  • Riordinare le sequenze di una storia trascinandole: durante le classi prima e seconda, uno degli esercizi che viene proposto ai bambini per allenare la capacità di raccontare eventi in ordine cronologico e sviluppare la logica del racconto è riordinare le immagini che rappresentano le sequenze di una storia. Sul quaderno le immagini di solito si ritagliano e si incollano in ordine, con software appositi è possibile farlo con le mani, spostando e trascinando le sequenze.
  • Ascoltare la pronuncia di parole: l’uso dell’audio in una lezione è spendibile per molteplici attività, una delle quali in cui è particolarmente utile è lo studio delle lingue. Si può ascoltare la pronuncia delle parole straniere, guardare video di conversazioni, ascoltare canzoni con i sottotitoli.
  • Disegnare figure geometriche piane e solide: nello studio della geometria è utilissimo che gli studenti di ogni classe possano disegnare figure, modellarle, osservarle in tre dimensioni e da vari punti di vista. Esistono, per questo, software per Lim dedicati proprio alla geometria. 
  • Creare mappe concettuali: specialmente gli alunni più grandi, che sono alle prese con lo studio di argomenti complessi e sfaccettati, hanno la possibilità di costruire mappe tematiche con collegamenti che si possono spostare, trascinare, eliminare e arricchire con immagini, grazie alla superficie interattiva. Anche qui esistono software specifici per la creazione di mappe concettuali.
  • Quiz interattivi:presenti nei software delle discipline, possono anche essere creati dagli insegnanti ed usati durante le interrogazioni.

 Per un corretto e completo utilizzo del corso sulla Lim, e per aumentare il proprio punteggio in graduatoria, è possibile iscriversi al corso Eipass Lim di Soloformazione.it, che rientra tra i corsi Lim riconosciuti dal Miur.

SCOPRI IL CORSO SULLA LIM