Marco Bussetti: chi è il nuovo Ministro dell'Istruzione

di: Redazione - 01/06/2018
Marco Bussetti: chi è il nuovo Ministro dell'Istruzione

Il nuovo Ministro dell'Istruzione proposto da 5 Stelle e Lega si chiama Marco Bussetti, classe 1962, laureato in Scienze motorie alla Statale di Milano con il massimo dei voti e la lode, già dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Aldo Moro di Corbetta, comune di 18.388 abitanti ovest della metropoli lombarda, prima di diventare provveditore a Milano nel 2015, è stato dirigente di vari uffici periferici. Ha fatto a lungo l’allenatore di basket, ha fatto parte di diverse commissioni ministeriali sull’alfabetizzazione motoria nella scuola primaria. E’ questa una delle sue battaglie più sentite, che è riuscito a far mettere nero su bianco anche nel contratto di governo gialloverde.

Il ministero dell'Istruzione è quello di cui si è parlato meno in questi giorni e in queste ultime ore. Sui quotidiani, alla tv, poche volte è stato citato, segno che ai media interessava poco sapere a chi sarebbe andata questa partita o che le forze politiche non avevano alcun interesse a far trasparire il nome di chi avrebbe dovuto sostituire Valeria Fedeli.

I 5 stelle prima delle elezioni avevano presentato il nome di Salvatore Giuliano, che a scuola ha portato molti elementi di innovazione.

Giuliano nel 2010 ha dato vita al progetto Book in progress: una rete di scuole che usa materiali didattici sostitutivi dei libri di testo, scritti dai docenti. Sua anche l’idea di ridare vita alla Cittadella della ricerca a Brindisi realizzando un centro di cultura e formazione, uno spazio capace di ospitare gli studenti e di collegare la scuola secondaria superiore all’Università già presente sul territorio oltre che alle aziende. Aveva proposto anche una scuola con aule senza cattedre, colorate, digitalizzate e nelle scorse settimane ha proposto per primo in Italia una sperimentazione posticipando l’orario di ingresso a scuola alle 10.

Quando è iniziata la trattativa con la Lega, il suo nome è scomparso. Nel frattempo, ha iniziato a circolare il nome dell’economista Alberto Bagnai e di Mario Pittoni, responsabile del settore scuola della Lega, fino a che è comparso il nome di Marco Bussetti.

Il suo curriculum è composto da una sfilza di “presidente” e “dirigente” di qualcosa: la prima carica è citata nove volte. Sicuramente uno che ne sa di legislazione scolastica visto che l’ha insegnata all’Università Cattolica di Milano e di Pavia. Un esperto di burocrazia ben lontano dalla vita d’ogni giorno di un maestro della scuola dell’infanzia, della primaria o di un professore delle scuole medie o superiori. Un uomo sincero visto che per quanto riguarda le capacità linguistiche ammette di avere un livello sufficiente di parlato e scritto in francese e inglese. Appena saputo della nomina si è cancellato da Facebook.

SCOPRI I CORSI DI SOLOFORMAZIONE