Gli Alunni ad Alto Potenziale Cognitivo sono BES, a stabilirlo è il Miur

di: Redazione - 29/05/2019
Gli Alunni ad Alto Potenziale Cognitivo sono BES, a stabilirlo è il Miur

Gli alunni plusdotati sono alunni con Bisogni educativi Speciali (BES).

A effettuare questo riconoscimento è il Miur, che in Italia sarà valido, secondo le stime, per almeno l'8 per cento degli alunni di tutta la popolazione scolastica.

Come si riconosce un alunno plusdotato

Questi alunni non sono semplicemente più intelligenti di altri, anche se il loro quoziente intellettivo a volte può superare i 130 punti.

Questi bambini e ragazzi sono molto particolari e possono manifestare una forma di disagio in classe e con i compagni che va affrontata. Non è detto infatti che essere plusdotati significhi essere ben inseriti a scuola.

Serve dunque un test specifico per riconoscere questo tipo di alunni, anche se è possibile riconoscerli da alcune caratteristiche, ad esempio:

  • l'alunno è molto curioso, fa molte domande agli insegnanti, a volte ha idee fuori dagli schemi e originali;

  • osserva attentamente qualunque cosa;

  • ha ottime capacità di memoria;

  • pratica molta autocritica.

Le difficoltà dell'alunno plusdotato

Spesso i bambini e ragazzi con un'elevata intelligenza possono presentare vari problemi, per sé e per gli altri.

A volte può decidere di non manifestare le sue capacità per integrarsi meglio nel gruppo e quindi non farsi notare.

Oppure può far sfociare il tutto in comportamenti di iperattività o avere difficoltà di apprendimento.

Il riconoscimento dei plusdotati da parte del Miur

Sono anni in realtà che i genitori di questi ragazzi cercano di far valere i propri diritti e combattono per un riconoscimento adeguato dei loro bisogni.

Finalmente è stato riconosciuto che le scuole che hanno inserito gli alunni plusdotati tra i BES si sono comportate in maniera corretta, e ciò è stato sancito dalla nota 562 del 3 aprile 2019 del Miur.

È loro diritto dunque avere dei piani di studio personalizzati, per valorizzare al meglio le caratteristiche e peculiarità di ogni studente.

Leggi anche: Alunni ad Alto Potenziale Cognitivo (APC): come riconoscerli e favorirne l'inclusione