Riunito l'Osservatorio per l'inclusione scolastica, Bussetti: "Aumentare il personale specializzato"

di: Redazione - 02/07/2018
Riunito l'Osservatorio per l'inclusione scolastica, Bussetti: "Aumentare il personale specializzato"

Garantire alle studentesse e agli studenti con disabilità il diritto di apprendere senza discriminazioni: deve essere questo l’obiettivo del nostro lavoro, per far sì che riescano a conquistare la loro libertà. Di essere cittadini e lavoratori, di avere i propri impegni personali e sociali. La scuola è veramente tale se è aperta. A tutti e per tutti”.

Così si è espresso il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, che mercoledì scorso ha riunito al Miur i componenti dell’Osservatorio permanente per l’inclusione.

L’Italia, ha ricordato il Ministro, “ha una lunga tradizione di inclusione scolastica. Il nostro sistema di istruzione e formazione rappresenta un’eccellenza. Ma ci troviamo qui per qualificare ancora di più il servizio dei nostri istituti. E vogliamo farlo partendo dai bisogni che emergono dalla base, da chi è vicino ai nostri ragazzi e ne conosce le necessità. L’Osservatorio ci offre un’importante occasione di ascolto ed è da qui che partiremo per definire un programma di azioni, tempi e modalità per determinare i risultati che ci porteranno al nostro obiettivo principale: la libertà dei nostri giovani”.

Alla riunione ha presenziato anche il Sottosegretario Salvatore Giuliano che ha ribadito: “Questo Governo dedicherà la massima attenzione alle criticità e alle questioni che emergeranno nell’ambito di questo Osservatorio. Dobbiamo lavorare per creare condizioni di pari dignità per tutte le studentesse e tutti gli studenti”.

L’inclusione scolastica è una priorità. La via maestra per garantirla è aumentare il personale specializzato. Dobbiamo lavorare in questa direzione”, ha concluso il Ministro.

Durante l’incontro è stata, inoltre, presentata la nuova versione del “Portale per l’inclusione scolastica”, che sarà ora sottoposta all’attenzione dalle associazioni che fanno parte dell’Osservatorio. Il sito sarà poi messo online nel mese di luglio diventando punto di riferimento per tutte le informazioni sull’argomento, dalla formazione dei docenti, alle buone pratiche, alla normativa in materia.

Per agevolare le politiche dell'inclusione, è fondamentale per i docenti avere una formazione inerente le tematiche dei Bisogni Educativi Speciali e i Disturbi Specifici dell'Apprendimento.

Per specializzarsi, è possibile frequentare un corso di perfezionamento o un master di I livello in BES o DSA.

SCOPRI I CORSI BES E DSA